Qual il costo di un recupero di file da hard disk guasto?

  Il recupero del contenuto di un hard disk che ha subito un crash comporta di solito un costo non indifferente. Poiché però il recupero può costituire una necessità essenziale, vediamo quali siano i fattori da prendere in considerazione ai fini del costi del recupero.
La causa che ha provocato il danno
  Molti guasti di dischi fissi sono di origine elettrica: tipicamente, uno sbalzo di corrente all'interno del computer. Un altro evento che si presenta spesso un'interruzione di corrente, o uno spegnimento prematuro, in fase di chiusura del sistema operativo.
Accade anche che un disco fisso cessi di funzionare, spesso senza che l'avaria sia preceduta da alcun sintomo, senza causa apparente. Una delle cause può in realtà essere costituita da un lievissimo disassamente del perno dei piatti, che inclinandosi provoca lievi crash sulle superfici, disperdendone così la traccia. Questo tipo di incidente è molto pericoloso, perché l'arresto definitivo del funzionamento può avvenire quando la traccia è diventata oramai quasi illeggibile, il che compromette la possibilità di recupero.

Esistono inoltre molte altre cause di incidente: cancellazione erronea, perdita causale di boot record o di altri settori essenziali per il file system.

La modalità di intervento
  In base al tipo di danno le lavorazioni per il recupero del contenuto possono essere suddivise grosso modo in:
  • lavorazione software
  • lavorazione hardware
Certamente il secondo tipo di lavorazione è normalmente più impegnativo, e di conseguenza più costoso anche quando è seguito da risultato negativo, a causa della perdita irreparabile della traccia magnetica. Un intervento sulle diverse parti del disco fisso (circuito elettronico, testina...) comporta di per sé un dispendio di diverse centinaia di euro, e può portare il costo complessivo anche oltre i 2000 euro.

La lavorazione software è solitamente meno impegnativa, ma questo principio non va preso alla lettera: una lavorazione hardware di routine può infatti costare meno di un intervento laborioso di ricostruzione di un file system rovinato.

Quantità dei dati da recuperare
  Anche il volume dei file da recuperare può influire sul costo, ma in modo del tutto minoritario. Il tentativo di recupero infatti è indipendente dal volume dei dati che occorrerà poi copiare e restituire al proprietario. Naturalmente ordinare parecchi DVD oppure un nuovo hard disk sul quale riversare i file recuperati comporta un costo un po' superiore a quello della trasmissione telematica di qualche centinaia di megabyte.

In conclusione, chi si rivolge a un centro di recupero dati deve prepararsi a spendere per lo meno diverse centinaia di euro. Ma a questo punto interviene anche il fattore tempo: un recupero che può essere eseguito in una decina di giorni può avere un prezzo accettabile. Per un servizio di pochi giorni i costi si innalzano, mentre per un intervento immediato bisogna prepararsi a sborsare più di 500 euro solo di anticipo.

Links
  tutorial sugli hard disk (in inglese)

Recupero di dati da dischi fissi

Criteri di costo di un recupero dati

Errori da evitare in caso di guasto


NOTIZIE DESUNTE DA    Data Recovery Service, Inc., U.S.A.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI ALLO 02 422 966 83